Un saluto

Come accade quasi ogni anno, il Consorzio vede consiglieri in entrata e consiglieri in uscita. Nel rinnovo del Consiglio appena avvenuto, due ex Priori hanno lasciato in conseguenza della loro scelta di interrompere una importante esperienza alla guida delle rispettive Contrade; ed un altro ex Priore ha invece lasciato per aver esaurito il numero di mandati previsti dallo Statuto.

Anche se questo avviene nella speranza espressa dai Soci, cioè dei 17 Priori in rappresentanza delle Contrade, che coloro che amministreranno il Consorzio, compresi ovviamente i nuovi entrati, saranno all’altezza del compito non facile che li attende, il cambiamento, che è dunque nell’ordine delle cose, lascia un po’ di amarezza.

Pierluigi Millozzi e Sandro Nerli hanno certamente dimostrato competenza nei ruoli ricoperti ma ciò non basterebbe a spiegare questa amarezza; essi hanno, cosa che è anche più importante, saputo coniugare la capacità di guida di un organismo con la capacità di creare rapporti che, sapendo di spendere un aggettivo importante, si possono definire amichevoli. In una avventura in cui ogni giorno è necessario costruire qualcosa di nuovo senza mai perdere di vista il vecchio, anzi imparando in continuazione dal vecchio, sia Pierluigi che Sandro sono stati insomma un esempio che specialmente in questo momento storico non può essere lasciato passare sotto silenzio.

Tutto questo vale a maggior ragione per Senio Sensi in considerazione dei risultati ottenuti in nove anni di lavoro (con numerosi compagni di viaggio, Presidenti e Consiglieri) un impegno tanto appassionato ed infaticabile da sconsigliare chiunque ad azzardarsi a tratteggiare un bilancio…anche se una delle ultime realizzazioni, l’aver prodotto la diretta televisiva del Palio, resterà una tappa significativa nella vita del Consorzio. L’auspicio è che dalla inevitabile conclusione di questo percorso tutto il Consiglio tragga uno stimolo ad un impegno straordinario perchè il Consorzio non perda nella tutela dell’immagine un’efficienza divenuta ormai mitica; quanto a Senio nessun auspicio ma una certezza: essendo una persona “cronicamente” al servizio della Sua Città, non rimarrà sicuramente con le mani in mano.

Al saluto ed al ringraziamento per i nostri amici si aggiunge l’invito a tutti i Contradaiolli ad aiutare il Consorzio, aiuto che può venire in un solo modo: richiamandolo quotidianamente ai suoi impegni e giudicandolo sulla fedeltà al compito che i Soci gli hanno affidato.